Mio marito si è fatto crescere i baffi: è il mese di Movember.

Moustache + November = Movember

Il mese di Movember in pratica funziona così: ti fai crescere i baffi e quando riappari baffuto gli altri si stupiscono e ti chiedono come mai questo cambio di look. E fin qua, funziona. Devo dire che alcuni hanno reagito con maggior vigore ai baffi che all’annuncio del nostro matrimonio.

Dicevo: ti chiedono come mai questo cambio di look e tu spieghi che partecipi all’iniziativa del mese di Movember: un’iniziativa per sensibilizzare le persone sull’incidenza del cancro alla prostata che in Italia colpisce 1 uomo su 16, dunque è importante tenersi controllati. E anche questa parte funziona, tanto che adesso ho sensibilizzato anche te che leggi e magari prima non lo sapevi.

In Olanda il progetto è ben noto e appena ti vedono con i baffi la reazione è : “noooooooo anche tu Movember!”.

Il primo di novembre ti radi per l’ultima volta e poi c’è una rasatura collettiva il 30 novembre. Nel mentre puoi caricare la tua foto sul sito e chiedere di fare una donazione alla ricerca sul cancro alla prostata. Ma io sono della serie che è meglio prevenire che curare: il succo è che se hai più di 50 anni dovresti farti controllare regolarmente.

E qui viene fuori la tara culturale perché il problema, secondo me, non è solo la scarsa consapevolezza, il problema è che c’è una resistenza culturale sulle malattie dei genitali maschili perché viste come devirilizzanti.

Se sei donna, al controllo annuale la ginecologa ti palpa il seno. Al controllo annuale ci vai fin da ragazza perché ti arriva la cartolina per il pap test. Così in un colpo solo fai prevenzione per il cancro del collo dell’utero* e del seno.

E gli uomini? Che controlli fanno di routine? Ora immaginatevi di essere un dottore della mutua e di avere di fronte un distinto signore sulla cinquantina per un check up: pressione, battito, riflessi e… ahem…se non le dispiace per sicurezza vorrei tastarle il retto. È l’analisi rettale digitale (DRE) e può essere fatta dal medico di base. Ecco io temo che a volte manchi la disinvoltura anche da parte del medico. Questa si chiama resistenza culturale e non è colpa di nessuno. Comunque se la DRE ti spaventa, basta un esame del sangue.

Mentre oltralpe si fanno i crescere i baffi, in Italia si aumenta la consapevolezza così:

Il manifesto completo dice: “Molti uomini si affidano alla fortuna, sperando che a loro non capiti. Se hai più di 50 anni non correre questo rischio: vai dal tuo medico.”

Questa pubblicità identifica l’uomo che non fa i controlli con un uomo superstizioso. In pratica dà dell’ignorante al suo target, di solito non è una strategia efficace. Dovrebbe cercare l’adesione emotiva se non l’immedesimazione, invece questo manifesto dice “ci sono degli ignoranti che preferiscono il cornetto rosso ai controlli medici”. Se tu la vedi e i controlli magari non li hai fatti, non hai molta voglia di immedesimarti con un tale bifolco, hai una reazione emotiva negativa e passi oltre.

Meglio i baffi.

Vorrei far notare che la pubblicità è patrocinata dal Ministero delle pari opportunità e da quello della salute. Non è scontato, in altri paesi basterebbe solo quello della salute.

Tornando a mio marito – qui finisce la parte seria del post, smetti pure di leggere se vuoi – a me con i baffi piace un casino!

A quanto pare solo a me, voi che dite?

Mi piace perché li porta con autoironia. Il che fa risaltare che è una cartola, come si dice a Bologna. Poi ‘sto baffo fa molto bastardo anni ’40, ma anche hippie Seventies e fa pure un po’ Magnum PI, che non mi è mai piaciuto, ma comunque me lo guardavo tra Flipper e l’A-team da brava figlia degli anni ’80. Metti tutto nel frullatore, sforna nel 2012 su un tipo di 32 anni e mettici che io sono bolognese da stereotipo (circoli arci, Facoltà di Lettere e Filosofia…)…come potevo non andare pazza per mio marito baffuto?! Ahimè ha già detto che il 30 li taglia.

Ma non perché Movember è Movember, no. Perché si scoccia a prendersi cura dei baffi. Tagliare i peli che escono dal naso per poi tenere lunghi quelli sotto al naso?! Si stufa. Mio marito è uno di quelli che si taglia rasa i capelli a mo’ di marine per evitare la scocciatura di asciugarseli: no …dico 3 cm di capello. Mio marito è uno di quegli uomini che manco Mike Delfino. Del resto mi piace per quello.

Moustaches adieu, è stata una bella parentesi.

* La prevenzione del cancro del collo dell’utero di fatto inizia con l’uso del preservativo.

Annunci
4 commenti
  1. Musi ha detto:

    Tuo marito con i baffi è TROPPO carino !!!!!
    Digli di continuare almeno fino a Natale !!!!!!!

    • Grazie Musi! concordo appieno 😉 Ho provato a fargli prolungare il mese di Movember, ma dice che é stufo. 😦

  2. Io gli uomini li preferisco sbarbati, oppure con barba e pizzetto corti… però tuo marito sta molto bene! 🙂
    E come strategia per la prevenzione decisamente meglio il Movember che la pubblicità italiana!
    Ciao! ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: