Non hai ancora prenotato le vacanze estive?!

Olanda – gennaio 2013

È da inizio mese che siamo bombardati da un genere di pubblicità che in Italia non esiste e se esistesse, sicuro non sarebbe in onda a gennaio.

Parlo della pubblicità dei portali web per prenotare le vacanze estive. A me ‘sta cosa fa morire 😆

Siamo bombardati, ce n’è per ogni età, per ogni genere.

Questa per giovani maschi:

Questa per giovani femmine:

La prima considerazione è che gli olandesi sono molto più digitalizzati di noi e questo anche perché la rete funziona, rapida e ovunque. Insomma ci vuole lo Stato che crea le infrastutture, poi il popolo segue e si compra le vacanze online. 😉

La seconda considerazione è sull’attitudine a pianificare degli olandesi. Io sono davvero grata a questi spot perché mi permettono di trattare l’argomento forte di una prova tangibile.

Gli olandesi pianificano, con grande anticipo. Succede che proponi una cena e loro tirano fuori l’agenda e si scusano, ma hanno già un impegno, di fatto ce l’hanno per i prossimi 3 week-end e potremmo fissare la cena tra un mese. Tra un mese no?! 😀 E tu italiano pensi che tra un mese non sai se sarai ancora al mondo e soprattutto se quella sera ne avrai voglia o se avrai il raffreddore –probabile con ‘sto freddo – quindi non se ne fa niente.

L’altra versione è che scopri un concerto fighissimo e dunque la data quella è, ma loro hanno una cena e non possono proprio rimandarla perché si erano messi d’accordo da due mesi, come si fa a tirare un tale bidone?! Incontestabile. Quindi non se ne fa niente, again. E così le amicizie con la popolazione indigena stentano a decollare.

Un po’ ti abitui, tipo mio marito ieri ha invitato un amico tedesco a cena per il 24 febbraio. E io mi sono scomposta naturalmente, al che lui mi ha fatto notare che non è una cosa pianificata con 4 settimane di anticipo, ma con 12 mesi di ritardo: mi sono sentita subito più a mio agio. L’anno scorso, non potendo andare alla festa di compleanno del tedesco, gli avevamo detto che lo avremmo invitato a cena. Ieri l’amico tedesco ci ha invitato nuovamente alla sua festa di compleanno :mrgreen: e mio marito si è talmente vergognato che lo ha invitato, su due piedi.

Così succede che io, povera emigrata, cerco di comprarmi in anticipo il biglietto d’aereo per tornare a Pasqua a un prezzo decente e un po’ in imbarazzo, perché mancano due mesi e mi sento una rompiscatole, chiedo al team se quei giorni posso prenderli liberi io e loro rispono che sí – in Olanda prendersi le ferie quando vuoi è sacrosanto, chapeau. Ma subito rilanciano: facciamo il piano delle vacanze estive! A gennaio. Loro hanno già in mente quando andranno e dove andranno a luglio e agosto, del resto le vacanze di fine aprile le hanno persino già pagate. E io balbetto: “…beh io ho un matrimonio l’8 giugno in Italia per cui sicuro mi prenderò qualche giorno intorno a quella data, ma per il resto …sono flessibile”. 😎

Voi avete piani per questa estate?

gogo

P.s. E questa con target famiglie, simpatica e autoironica

Annunci
13 commenti
    • Ciao Irene! benvenuta su La deriva 🙂 Tu sei in Francia? Io ho vissuto anche a Paris e a Strasburgo…

  1. update doveroso: la suddetta cena del 24 febbraio non é fattibile perché nel gruppo di amici c’era giá una cena per il 23, quindi forse la facciamo il 9 marzo 😀

  2. ehehehehehe, sto morendo! XD
    Io no so manco che farò sta sera! Ma so per certo che le vacanze estive me le scordo da anni, perchè lavoro 😦

  3. Hagane ha detto:

    Carina l’ultima pubblicità! 😀
    Da quello che scrivi, gli olandesi mi sembrano simili ai giapponesi nel fatto di prenotare tutto (anche le uscite con gli amici) con LARGO anticipo e tanto d’agendina.
    Però sono completamente diversi per quanto riguarda le ferie: i giapponesi in generale lavorano come schiavi, e di solito non si prendono neanche quei 6/10 giorni all’anno che sono loro concessi. Tristezza. -_-

    • …tristezza sì! 😦 Ma in Giappone quanti giorni di festa nazionali ci sono?
      In Olanda non solo vanno in vacanza, ma il 50% della popolazione lavora par time (il 75% delle donne e il 25 degli uomini). Anche le/i manager, infatti non c’è alcun preconcetto sul part time, non ti preclude affatto la carriera. Come ho scritto sul post “Il cibo nella scala di priorità di un olandese” gli olandesi di base trovano l’ ostentazione del lusso disdicevole, per cui certi consumi di lusso non vanno affatto per la maggiore come in Italia: quando gli stipendi in famiglia sono alti, anziché avere un tenore di vita più alto, il lusso sta nella possibilità di decurtarsi lo stipendio e lavorare par time.

    • Hagane ha detto:

      Le feste nazionali ci sono e sono anche abbastanza, ma molte cadono il sabato o la domenica. Inoltre sono quasi sempre distanti l’una dall’altra (a parte durante la settimana della Golden Week, a maggio).
      Le feste nazionali sono conteggiate come “ferie”. Nel senso: ogni impiegato ha un certo numero di giorni di “vacanza” all’anno, il cui totale può sembrare alto leggendo i contratti di lavoro… in realtà nel totale sono comprese sia le ferie che le feste nazionali, oltre ai sabati e alle domeniche. I giorni di ferie effettivi sono molto pochi: 10 all’anno dopo il primo anno di lavoro, a cui si somma 1 giorno di vacanza ogni anno, fino a un massimo di 20 giorni di ferie NON cumulabili. Cioè, se non te li prendi non puoi accumularne 40 l’anno successivo, perché scadono.
      Ovviamente dipende anche dal tipo di lavoro, dall’azienda, dal capo, eccetera. Io sto parlando di impiegati tradizionali.
      Ciao! 🙂

  4. sai che non sono riuscita a guardarli sti video, ho pensato, ma vacanze? ma gia’?!?

    • ahah Ciao Riru! Beh se sei mai stata in posti come Ibiza o le isole greche, devi vedere almeno il primo spot: ritrae magistralmente il turismo dei giovani transalpini 😉

  5. giuli ha detto:

    ciao!!! i primi due video sono emblematici (nel primo solo gnocca, nel secondo neppure un ragazzo??!!). dell’ultimo abbiamo una versione identica anche in Italia a dire la verità, da almeno un paio d’anni, nn ricordo la compagnia di viaggi, ma è proprio uguale.
    cmq sul pianificare le vacanze a gennaio io mi trovo d’accordo, mi piacerebbe molto poterlo fare. forse sono olandese dentro, o forse ho solo taaaaanta voglia di vacanze.
    e sulla pianificazione in advance, agenda alla mano, beh, da quando siamo mamme, io e le mie amiche, ci dobbiamo trovare su doodle per incrociare gli impegni di tutte e trovare una data papabile, spesso con mesi di anticipo. quindi, sono solidale!

    • Hai ragione giuli! Ci ho pensato anche io, ma la questione di genere meriterebbe un post a parte. Ritratto ingiustissimo perché all’estero cuccano piú LE olandesi dei ragazzi olandesi. Per le vacanze in effetti io ne beneficio perché prendo i biglietti di aereo a dei prezzi decenti, per il sabato sera peró…é dura abituarsi. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: