Una gaffe con un collega indiano

Le differenze culturali a volte portano a fare delle gaffe. Mio marito già è un gaffeur di suo…vi immaginate il risultato. Oggi ha fatto una gaffe tremenda, da spezzare il cuore, con un collega indiano, che chiameremo Raj. Io la scrivo proprio affinchè una gaffe così non si ripeta.

Mio marito di solito approccia le persone con l’entusiasmo irruente di un cucciolo di labrador. È un soggetto alla Tigro, per intenderci.

tigro

Tipo il 31 dicembre di pomeriggio troviamo al supermercato una sua collega: Kathrine, sola. A questo punto di solito i convenevoli sarebbero:

  • Ciao Kathrine
  • ehi Ciao
  • come va?

Insomma quei 10 secondi che ti servono a guardare in faccia una persona e, se fosse distrutta, ad accorgertene. Lui invece entra a gamba tesa, la vede di spalle e le fa: “Kathrine!!! Allora tornata dalle vacanze?!”. Lei alza gli occhi e comincia a singhiozzare, ma tanto da non riuscire a parlare, finché nell’imbarazzo generale riesce a balbettare che il marito l’ha lasciata in vacanza e hanno dovuto passare gli ultimi giorni in hotel da separati in casa ed è così sola che è sola anche per il veglione. Perfortuna si sono rimessi insieme e sulla gaffe ci ride anche lei.

Raj è un collega indiano, anche lui aveva partecipato a Movember, di cui ho scritto QUI. Ci aveva raccontato che in realtà in India gli uomini hanno i baffi e lui ce li aveva sempre avuti finché a 18 anni era stato mandato a Londra, vedendo che era l’unico studente con i baffi in tutto il college, se li era tagliati.

Nonostante questo precedente dei baffi della serie Paese che vai, usanze che trovi, mio marito lo vede alla mensa aziendale e fa la solita entrata a gamba tesa:

  • Ehi Raj! Nuovo taglio di capelli eh?! 😎
  • In India ci si taglia i capelli per lutto, è morto mio padre.

😳

Io non dico una parola in più sulla vicenda per rispetto al dolore di Raj. Proprio per rispetto a quel dolore ho scritto il post come monito. Queste cose succedono tanto più nelle comunità di internationals, dove ci si sente tutti cittadini del mondo, tutti si sono fatti un master a Parigi o Londra…ma le differenze culturali ci sono eccome, vengono fuori inaspettatamente e ci vuole un po’ di accortezza.

Voi avete mai commesso una gaffe causata da differenze culturali?

Annunci
11 commenti
  1. Pantarei ha detto:

    Nooooooooooo

  2. Ci vuole un pò di accortezza, ma il mondo è diviso in paesi diversi, proprio perchè almeno quelli che vivono le stesse cose possano stare tutti insieme. Quindi sì: mega gaffe, ma non statevela a prendere più di tanto. Non è che tutti possono sapere tutto di tutti 🙂

    • Ciao La Disfunzionale! Il povero Raj infatti non se l’é presa. 🙂 Peró eravamo tutti piú contenti se non si metteva il dito nella piaga ecco.

  3. Luciano ha detto:

    Usokami, missione bolognese in Tanzania. Sono lì da un po’ di tempo e si fraternizza. Un meccanico del posto mi chiede:”Ma tu quanti anni hai?” Risposta:”Più o meno come te, io sessanta tondi”. E Lui: ” Si, solo che io ne ho quarantadue”.

    • Ahah grande Luciano! 🙂 Grazie della tua testimonianza. Eh sì certe vite consumano più di altre…

  4. Ciao Francesca,
    anche io vivo in ambiente internazionale :))) E di queste situazioni quindi ne ho viste… 🙂
    A difesa di tuo marito però vorrei dire che…in ambiente internazionale è un po’ invevitabile che queste cose succedano. Soprattutto relativamente a usanze e associazioni molto specifiche come possa essere un taglio di capelli, io non la considererei come una mancanza di tatto, quella di tuo marito…. Ovvero, per me una gaffe è quando qualcuno, provvisto di tutti gli strumenti culturali ed interpretativi del caso, per mancanza di tatto, sensibilità, o attenzione, invade o graffia lo spazio intimo o emozionale di un altro. E l’imbarazzo nasce proprio da questa distanza tra quello che dovrebbe capire, e quello che invece non dimostra di capire….
    Quando qualcuno semplicemnete non sa….per me non è una gaffe…. è semplilcemente un momento di dispiacere o un equivoco non voluto…in cui però non si può essere tacciati di poca sensibilità o altro. È come quando si chiede “come sta tuo marito?” “ci siamo lasciati”; oppure “come sta tua nonna” “è morta”…. non sono gaffe per me….

    • Ciao Margot! Benvenuta su La deriva. Certo sono d’accordissimo, figurati. Se era un insensibile mica me lo sposavo 😉 ahah Solo un anedotto di vita quotidiana per condividere con gli altri le nostre esperienze, anche con un po’ di leggerezza… sai mia suocera le risate che si fa a leggere il mio blog! 🙂

  5. Hagane ha detto:

    Accidenti… due belle gaffes, non c’è che dire! 😆
    Però non mi sembra niente di grave né di irreparabile, semplici equivoci – quello con Raj poi è un classico malinteso culturale.
    Tuo marito è tenerissimo, chiaramente è il suo carattere che lo porta ad essere così estroverso con gli altri (magari a volte senza pensare molto alle conseguenze). 😉
    Ciao, buona domenica!

  6. robypad ha detto:

    grazie x condividere! vivere in una citta’ come Londra diventa difficile a volte riuscire a interpretare tanti atteggiamenti di altre culture. Io ero rimasta turbata la prima volta che andai ad un party a vasa di amici bengalesi che sull’uscio della porta mi fecero togliere le scarpe xentrare in casa scalza, alla faccia del fashion italiano!

    • Ciao Robypad! Benvenuta su La deriva! Qui in Olanda quando si va a casa di qualcuno si tolgono sempre le scarpe, il concetto è che fuori piove sempre e quindi gli sporchi il pavimento. :/ Anche io ci ho messo un po’, soprattutto ho bandito le gonne perchè senza tacco che slancia sembro una bambina!

    • robypad ha detto:

      che poi se ci pensi e’ super igienico togliersi le scarpe e manco spirci casa! dovremo trovare qlcosa fashion che vada senza scarpe 😉 ahhh! il sangue italiano!! :p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: