Monti, Bonino e l’Europa

Pochi giorni fa Monti ha dichiarato che Emma Bonino sarebbe un’ottima candidata per il Quirinale, cioè come capo dello Stato.

Questa posizione ha disorientato l’elettorato cattolico: ma come?! Monti che ha ricevuto l’endorsement (o dovrei dire la benedizione?) dall’Osservatore Romano sostiene poi una delle figure più laiche della politica italiana. Perché? Cosa hanno in comune Monti e Bonino?

Monti e Bonino sono entrambi per un Europa federalista, UE come federazione di Stati d’Europa. Monti e Bonino sono stati nominati commissario europeo dal governo Berlusconi nel 1994.
Monti e Bonino sono entrambi politici apprezzati e rispettati all’estero.

Grandi_Immagini_28639

Perché allora Monti lancia Emma Bonino come capo dello Stato? Secondo me perché rassicurerebbe l’Europa e se l’Europa è confidente di solito si rilassano anche i mercati finanziari.

La Bonino non solo è politico stimato all’estero, ma è donna e radicale. Il che verrebbe visto come un segno di modernizzazione dell’Italia. Non ha bisogno di commenti la valenza di un capo di Stato donna nell’Italia del bunga bunga. Sul fatto di essere radicale una nota la esplicito: piaccia o no, nell’Europa transalpina non si concepisce che una democrazia moderna occidentale accetti ingerenze cattoliche, è visto come un segno di mancato laicismo. Il fatto che non abbiamo le unioni di fatto, non dico per i gay, ma neanche per gli etero è visto come un segno di arretratezza culturale.

C’è poco da essere disorientati dunque: la dichiarazione su Bonino dice all’elettorato cattolico che Monti guarda molto più a Bruxelles che a Città del Vaticano.

Annunci
8 commenti
  1. Pantarei ha detto:

    Sarebbe un passo da gigante avere una persona cosi’ al posto dei vari nonnetti preistorici, indipendentemente dall’orientamento politico.
    Speriamo bene!

    • Ciao Pantarei! non credo che l’Italia sia pronta per la Bonino al Quirinale. Peccato perché, come dici tu, al di lá dell’orientamento politico sarebbe bello avere una donna di carattere come capo dello Stato.

  2. sarebbe una evoluzione avere una donna al governo….indipendentemente dallo schieramento politico FORSE farebbe qualcosa di meglio di tutti sti vecchi barbosi che ci portiamo appresso da decenni.

    • Io – che ho gia’ votato per corrispondenza- ho espresso le preferenze e almeno al Senato ho votato una donna che mi piace molto. 😉

  3. Hagane ha detto:

    “Il fatto che non abbiamo le unioni di fatto, non dico per i gay, ma neanche per gli etero è visto come un segno di arretratezza culturale.” —> E infatti è DAVVERO segno di arretratezza culturale! 😦
    Io sarei contenta di avere una donna al governo, al di là dell’orientamento politico.

    • Ciao Hagane! Io infatti martello tutti: controllate il curriculum vitae dei candidati del partito che votate e se c’é una donna meritevole (donne come la Minetti anche no, grazie) esprimete la preferenza a suo favore! Tra un po’ é l’8 marzo, sarebbe bello se anziché farci regalare le mimose ci regalassimo da soli/e un parlamento paritario.

    • Hagane ha detto:

      Già fatto e già votato! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: