Di regine e presidenti.

Sabato scorso, il 20 aprile, il Parlamento italiano ha rieletto come presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, 87 anni.

Il 30 aprile, esattamente 10 giorni dopo, la Regina d’Olanda Beatrix, 75 anni, abdicherà in favore del suo figlio primogenito: Willem Alexander, anni 47.

La regina ha dichiarato: “È da tempo che penso a questa decisione. Non abdico perché il ruolo è troppo pesante, ma perché sono convinta che la responsabilità di questo paese debba essere trasmessa a una nuova generazione“.

La data non è casuale: il 30 aprile è il Koninginnedag (il giorno della regina), la festa più sentita di Olanda, un vero delirio ad Amsterdam. Il giorno è stato istituito per celebrare il compleanno della regina. Beatrice in realtà è nata il 31 gennaio, il 30 aprile era il compleanno di sua madre Giuliana, ma chi cambierebbe una festa a fine aprile per una a fine gennaio? Nessuno, e così pensarono di fissare i festeggiamenti al 30 aprile con la bella (?? :-|) stagione.

Regina Beatrix

Contro ogni logica gli olandesi apprezzano molto la monarchia. Se ci parli, scopri che razionalmente sono repubblicani, ma sono molto affezionati alla tradizione: le statistiche dicono che il 90% degli olandesi sia monarchico. Insomma avere la Regina è cosa buona e giusta. Beatrice, dal canto suo si è fatta apprezzare: all’Unversità ha fatto studi di legge e sociologia specializzandosi in affari internazionali, in cui è sempre stata molto attiva. In Olanda, del resto, quei pochi poteri rimasti alla regina sono proprio in materia di relazioni internazionali. Il popolo trova molto pratico avere qualcuno che disbrighi tutti i doveri diplomatici lasciando i politici a lavorare sodo in parlamento. Riduce le occasioni di legittimo impedimento 😉 si direbbe in Italia.

Io comunque resto perplessa di questo amore per la monarchia, la quale non è esente da ombre: partiamo dal fatto che la famiglia reale batté in ritirata di fronte ai nazisti prima in UK e poi in Canada, abbandonando il paese. Ci ricorda qualcuno no?! Con un tale passato recente, Beatrice si fidanzò proprio con un diplomatico tedesco, Claus von Amsberg, che era stato membro della gioventù hitleriana e della Wehrmacht nazista. Ci furono forti proteste, in effetti. Del resto l’amore è l’amore e il primogenito, tra poco re, si è preso per suocero un sottosegretario della dittatura militare argentina di Videla. Ci sarebbero altre perle, ma per quelle vi rimando a Novella 3000.

Dunque negli ultimi giorni, di fronte alla stitichezza delle elezioni per il presidente della Repubblica italiana, riflettevo. Riflettevo con un filo di invidia per come questi sono tutti d’accordo e si sbronzano pure per il capo dello Stato e noi invece siamo in un momento di crisi politica e forse persino istituzionale. In questo pensiero di mestizia e scoramento ho avuto un’illuminazione. Guardando indietro, se penso al picco di popolarità di Emanuele Filiberto conquistato con Ballando con le stelle; coronato dal festival di San Remo e sfociato in una candidatura con l’UDC…ecco almeno quello l’abbiamo schivato. Ci siamo andati pericolosamente vicino forse senza rendercene conto, ma l’Italietta che siamo è riuscita a non re-infliggersi i Savoia. Poteva andare peggio 🙄

Annunci
4 commenti
  1. Pantarei ha detto:

    eh si, magre consolazioni…

  2. Vincenzo ha detto:

    Anche io mi sono chiesto spesso come mai in Olanda ci sia ancora la monarchia, una contraddizione evidente.
    Ci sono diverse ricostruzioni storiche secondo le quali, nonostante la regina abbia lasciato il paese durante la seconda guerra mondiale, abbia appoggiato attivamente la resistenza. Ed infatti al ritorno in patria fu accolta da eroina.
    Ma forse è dovuto anche ad altro, come mi ha spiegato una volta un’olandese quando gli ho chiesto perché in Olanda c’è ancora la monarchia: “così ci risparmiamo di andare a votare”. Ecco di nuovo il lato pratico degli olandesi che hai descritto tu! 🙂

    • Anche a me un olandese ha fatto un commento come se fosse questione di praticitá, mi ha detto che tanto se ci fossero le elezioni del presidente non ci sarebbe un cosí vasto consenso come per la regina, per cui meglio cosí. 🙂 Contenti loro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: