Un morto, 800 arresti e oltre 100 auto bruciate: l’Olanda che non ti aspetti.

Napoli? No Olanda! Il capodanno qua ha prodotto un bollettino di guerra da far impallidire i nostri stereotipi sul veglione partenopeo.

Ben 8.400 incidenti registrati durante l’ultima notte del 2013, di questi 108 sono attacchi ai servizi di pronto soccorso: avete capito bene, alcuni hanno pensato di festeggiare attaccando ambulanze, vigili del fuoco e polizia. Quando dico “attaccare” vuol dire che hanno sparato i fuochi di artificio contro la polizia! 😯

fuochi-dartificio-300x225

Un uomo è morto per l’esplosione di un fuoco artificiale da lui acceso. Diversi hanno perso una mano. I dottori hanno fatto sapere che quasi tutti i feriti arrivati al pronto soccorso avevano acceso loro stessi fuochi d’artificio legali.

Solo all’Aia hanno bruciato 69 auto, a Utrecht qualche dozzina, ad Amsterdam grazie a dio ha piovuto tutta la sera. L’associazione delle assicurazioni olandesi ha comunicato che i danni denunciati sono oltre i 10 milioni di euro, meglio degli anni precedenti!

Le autorità olandesi, d’altro canto, non stanno mica a brindare a questo inizio d’anno: il Ministro della giustizia Opstelten ha dichiarato che molti degli arrestati verranno giudicati per direttissima e, se colpevoli, la pena verrà aumentata del 75% per il fatto che il reato è stato compiuto nella notte di capodanno. Se il reato era poi contro i servizi di pronto soccorso la pena sarà aumentata del 200%. Nel 2013, gli incidenti sono aumentati del 23%, gli arresti del 12%.

Come è possibile che un popolo così ligio e pieno di senso civico produca un tale disastro?! Non so, ma forse centra il fatto che anzi che pasteggiare ogni sera con un bicchiere di vino, bevono latte tutta la settimana e poi fanno pari con 7 bicchieri di alcol al sabato sera… 🙄

Annunci
4 commenti
  1. Pantarei ha detto:

    Secondo me li ha sballati il latte macchiato dopo il cenone…

    • ahahaha Pantarei! In effetti prima o poi dovrei anche indagare il costume locale di bere il capuccino dopo i pasti… 🙂

  2. È che a trattenersi tutta la vita poi la volta che sgarri, sbarelli. Una mia amica mi raccontava che in Svizzera c’è la percentuale più alta in Europa per uso di stupefacenti. Alta nel senso che si calano l’impossibile e ci restano. In un ambiente dove tutti stanno benissimo economicamente e dove tutti seguono in maniera ferrea regole anche abbastanza rigide (che garantiscono uno stile di vita alto) sembra esserci più necessità di evadere dagli schemi…..un po’ assurdo, ma sensato.

  3. La notte di capodanno in Olanda è un delirio. E’ vero che bisogna aver paura di tanta apparente perfezione..da questo punto di vista preferisco alla grande chi è coerente con se stesso e fa casino tutto l’anno! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: