Lavoro in Olanda: 4 buone pratiche da copiare

Non ho mai capito perché in Olanda non si festeggia il 1 maggio, sará che di fondo sono calvinisti e laboriosi… Il resto d’Europa intanto ricorda la conquista della giornata lavorativa di 8 ore. Conquista niente affatto scontata anche ai giorni nostri: se guardo i miei amici italiani fare gli straordinari é l’ordinario, straordinari non pagati.
Nel libro Ozio creativo il sociologo De Masi tracciava l’origine culturale di questa pratica comune ai paesi latini e in effetti in Olanda é una pratica molto meno diffusa. Mi verrebbe da dire quindi che, al netto di tutto ció che ha portato la crisi, fare gli straordinari di default é proprio una caratteristica della nostra cultura lavorativa. Vi lascio qualche nota ironica sulle differenze culturali in ambito lavorativo tra Italia e Olanda. 🙂

fantozzi

Cartellino vs obiettivi

Italia: si timbra il cartellino e se arrivi tardi perché la tangenziale é chiusa da un incidente mortale ti genufletti e chiedi scusa. Esci dopo perché sei valutato per il tempo che passi in ufficio, allora fai straordinari affinché il capo pensi che sei uno che lavora sodo e/o che é sovraccaricato, nel corso della giornata peró hai aperto varie volte Facebook, la repubblica.com e il pacchetto Marlboro, giustamente un cervello non é efficiente 10 ore di fila.
Olanda: sei valutato in base al raggiungimento degli obiettivi, il cartellino non esiste. Se una tantum arrivi tardi o esci prima non importa, compensa la volta che il lavoro richiederá uno straordinario e tu garantirai comunque la tua produttivitá. Se stai in ufficio regolarmente piú di 8 ore sospettano che tu sia tonto o inefficiente e comunque stai prolungando il consumo di luce, eletricitá e acqua, quindi se proprio non hai finito, meglio se continui a casa tua. I dipendenti si sentono molto piú motivati perché sono valutati in base a dove sta il loro cervello e non il loro sedere, sono flessibili perché gli é concessa flessibilitá, che a volte ti risparmia l’onorario di una babysitter. Ma come fanno a sapere che alla fine tutti espletano il lavoro che corrisponde a 40 ore settimanali? Vedi il punto seguente

Rapporto feudale vs rapporto alla pari

Italia: il General Manager parla solo con i suoi diretti sottoposti, i vassalli. Sta ai vassalli gestirsi i valvassini  e ai valvassini i servi della gleba, sennó a cosa serve la gerarchia?!
Olanda: il General Manager saluta e chiama tutti per nome, anche la donna delle pulizie. Una volta all’anno fa una riunione di un quarto d’ora con ogni dipendente. Se ti incontra alla macchina del caffé, ti chiede come va il lavoro e la vita. Il management cosí si fa un’idea di cosa fai, quanto sei sveglio e quanto sei laborioso, fosse anche solo per quante volte ti trova alla macchina del caffé…

Mens sana in corpore sano

Italia: finisci di lavorare alle 18:00, ma stai lí fino alle 18:30 (vedi punto 1), Intanto hai preso un aulin per la cervicale che ti viene con lo schermo ad altezza fissa, ma l’azienda voleva tutti gli schermi alla stessa altezza perché la resa estetica é migliore. Poi esci e vai in palestra perché essere infisicato é un valore, del resto la bella presenza era richiesta nell’annuncio di lavoro. Torni a casa alle 20.45, poco male… la cena é pronta, infatti hai 35 anni e vivi con i tuoi perché come ti fai una famiglia con un lavoro precario che molli alle 18:30?!
Olanda: se ti viene male da qualche parte perché sei sempre alla scrivania, chiamano l’ergonomo che ti regola tutto in base alle tue misure e ti ordina il mouse adatto a te, i costi di tutto ció sono esenti da tasse, non é l’azienda che é buona e buono il wellfare. L’azienda ha uno sgravio fiscale anche per farti comprare una bicicletta, e se é un’azienda grossa ha pure doccia e spogliatoio. Non ci crederai ma all’azienda costa meno una bicicletta che un impiegato in malattia per cancro ai polmoni. Ti incoraggiano anche a fare due passi in pausa pranzo, un po’ di aria fresca e di moto fanno bene anche al cervello. Le aziende grosse il giovedí in pausa pranzo hanno 30 minuti con l’istruttore di yoga, gratis.

Pausa pranzo

Italia: La pausa pranzo dura un’ora o un’ora e mezza. Nel caso il capo viva nelle vicinanze anche due ore. Hai il tempo di andare al bar/trattoria da Gino, prenderti il menú fisso 100 grammi di bucatini alla matriciana e una birra a 5 euro e digerire il tutto. In questo modo stai fuori casa minimo 11 ore, una di andata-ritorno, 8 di lavoro, mezz’ora di straordinario e 1:30 di digestione, torni a casa che tuo figlio dorme giá, speriamo che si svegli di notte per un incubo cosí almeno gli dici “ciao”.
Olanda: La pausa dura mezz’ora, il tempo di un pranzo leggero che ti porti da casa, per i piú un paio di toast da riscaldare con lo scalda toast in mensa, ma gli immigrati si scaldano anche la pasta nel microonde 😉 A metá mattina o pomeriggio ti fai uno yogurt e non muori di fame, mangiare uno yogurt in pubblico non fa di te uno sfigato. Questa cosa fa sí che entri alle 8:30 ed esci alle 17:00. Lo ripeto: entri alle 8:30 ed esci alle 17:00.

Buona festa dei lavoratori!

Annunci
2 commenti
  1. In Italia non ci arriveremo mai. Il mio fidanzato sta lavorando da interinale (per ora) in una multinazionale dove da contratto le ore di lavoro sotto otto dal lunedì al venerdì, ma dove di fatto fa due ore di straordinario tutti i giorni e il sabato tre. Solo che a lui queste ore di straordinario vengono pagate, il che ci rende dei piccoli fortunati in un universo lavorativo da sfruttamento totale. In questa multinazionale, se ti viene chiesto di fermarti oltre le 18:00, perchè c’è molto lavoro e tu per qual si voglia ragione personale dici di no, vieni segato fuori all’istante. E’ proprio la mentalità del manager che “Io vi pago ogni ora di lavoro che fate, ma voi e le vostre vite siete di mia prorietà e posso fare di voi quello che mi pare, finchè in calce sulle vostre buste paga c’è il mio nome”. Da noi i datori di lavoro così sono quelli da non farsi scappare, perchè pagano. W la diversità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: